Strisce blu a Roma (e non solo): si pagano soltanto i minuti effettivi… con il cellulare!

Atac offre un nuovo servizio che semplifica le operazioni di pagamento della sosta nelle strisce blu della città.

sld.asp

Con il nuovo sistema, che si aggiunge alle modalità di pagamento tradizionali, paghi solo i minuti effettivi di utilizzo e puoi prolungare la sosta a piacimento. Il nuovo servizio atac.sosta, partito lo scorso febbraio, consente di pagare il parcheggio sulle strisce blu di Roma Capitale anche con smartphone, sms o telefonando da un qualsiasi cellulare. Oltre alla comodità, rispetto agli altri sistemi di pagamento (monete in parcometro, scheda da grattare, ecc.), con questo sistema non si rischiano multe per aver prolungato la sosta oltre l’orario impostato all’arrivo nel parcheggio.

immagineserviziomycicero

Attraverso la APP e il telefono, infatti, si pagano esclusivamente gli effettivi minuti di sosta: per interrompere l’addebito elettronico, è sufficiente, lasciando il parcheggio, selezionare “fine sosta” sullo smartphone o mandare un sms con scritto “fine” al 320.2041080 oppure telefonare allo 071.9207305 (l’addebito è terminato quando si sente il segnale di libero).
E, comunque, se il cliente dimentica di interrompere la sosta, con l’app atac.sosta non viene mai addebitato un costo superiore all’importo massimo giornaliero previsto, cioè 4 euro.

Per attivare atac.sosta con pagamento elettronico registrarsi alla piattaforma al momento attiva, myCicero, e precaricare il proprio “borsellino” elettronico (ricarica minima 5 euro) con carta di credito (CartaSi, Visa, Master Card, PostePay, PagOnline UniCredit, Sisal.it). Il servizio si attiva con la conferma della ricarica e da quel momento si può iniziare ad utilizzarlo con il proprio cellulare o smartphone. Segue…